Snocciolare curricula mi procura sonnolenza, reputo più divertenti le liste della spesa. Allergica a schemi e formule omologanti, presento il neonato pantablog alla mia maniera, svelando attitudini personali in tono informale:
– scrivo per diletto da tempo, incapace di domare un inchiostro che scorre libero spaziando in ambiti tanto differenti; qui nel web, all’allure della stilografica sostituisco i tasti felpati della tastiera, ergo, racconto di tutto un po’.
– Un decennio d’esperienza maturata nell’universo dell’interior design, mi ha regalato una certa disinvoltura nell’ambito dell’arredo e décor, ergo, luci puntate su ”living and home”.
– Indosso “chipao”, battendo in tempismo noti stilisti che solo da poco osano avvicinarsi alla cultura orientale, ergo, nel mirino “fashion and style”.
– Ho allenato le papille gustative attovagliata a deschi stellati, a tavoli genuini di trattorie ruspanti, non disdegnando la saggezza delle antiche osterie, ergo, indice puntato su ristoranti e locali
Viaggiare emoziona, si assaporano ed esplorano confini. Se la V è maiuscola, e non impacchettata, poesia e avventura si mescolano in un abbraccio arricchente, ergo, conosco un’isola che per i più ancora non c’è!

E non finisce qui, “Se telefonando” è un caleidoscopio, foriero di ricchi spunti, esattamente quanti la fantasia ne suggerirà. Dietro ad ogni squillo la sorpresa… Nessun nome si è rivelato più adatto di quello scelto, tributo non pianificato all’ugola d’oro e alla comune città di provenienza. Vivo a Cremona, quando non siamo altrove, con mio marito Alberto. Con lui, intenso ed unico, vedo il mondo a colori, condividendo passione e passioni.

img-ABOUT-1

 

L… di LUCI… “SCULTURE DI LUCE”

1340

Ligure insolito, non proverbialmente ruvido e ritroso, Fulvio Rossello sorprende per la fluente creatività sorretta da palpabile entusiasmo. Artista apprezzato nel suo eclettico esprimersi: è pittore, scultore ed insegnante. Al suo attivo suggestive installazioni e performances cariche di significati, fedele ad una personale idea di arte poggiante su di un caposaldo imprescindibile: massima fruibilità. E’ una visione democratica, scevra di impalcature elitarie; vuole opere visibili a tutti, spesso all’aperto e possibilmente divertenti.
Già il gioco, non è mancato di sicuro nel realizzare le brillanti sculture di luce! Da infinite barchette di carta coloratissime, in perfetto equilibrio tra estetica e funzionalità, nascono autentiche lampade d’autore. Sprigionano allegria, integrandosi armoniosamente con quel guizzo di vivacità che crea all’istante atmosfera. La gamma dimensionale è articolata, offre un’illuminazione mai comune. Sono cellule cromatiche dal caldo nucleo pulsante, pensate per connotare arredi gioiosi.
L’approccio ludico permea buona parte del suo operato, a sottolineare quanto sia più naturale stimolare riflessioni partendo dalla coinvolgente semplicità. Ricorda Esopo, altisonatamente citando, capace di dettare argute morali raccontando favole. E se è vero che la fantasia necessita di sproni continui, la sua è alimentata anche dallo spettacolo regalato dal paesaggio in cui vive; dalle finestre di casa domina il mare con i suoi umori, vedendolo rincorrere il cielo fino a confondersi in un unico intenso azzurro.

 

luci d'autore 2 l