Snocciolare curricula mi procura sonnolenza, reputo più divertenti le liste della spesa. Allergica a schemi e formule omologanti, presento il neonato pantablog alla mia maniera, svelando attitudini personali in tono informale:
– scrivo per diletto da tempo, incapace di domare un inchiostro che scorre libero spaziando in ambiti tanto differenti; qui nel web, all’allure della stilografica sostituisco i tasti felpati della tastiera, ergo, racconto di tutto un po’.
– Un decennio d’esperienza maturata nell’universo dell’interior design, mi ha regalato una certa disinvoltura nell’ambito dell’arredo e décor, ergo, luci puntate su ”living and home”.
– Indosso “chipao”, battendo in tempismo noti stilisti che solo da poco osano avvicinarsi alla cultura orientale, ergo, nel mirino “fashion and style”.
– Ho allenato le papille gustative attovagliata a deschi stellati, a tavoli genuini di trattorie ruspanti, non disdegnando la saggezza delle antiche osterie, ergo, indice puntato su ristoranti e locali
Viaggiare emoziona, si assaporano ed esplorano confini. Se la V è maiuscola, e non impacchettata, poesia e avventura si mescolano in un abbraccio arricchente, ergo, conosco un’isola che per i più ancora non c’è!

E non finisce qui, “Se telefonando” è un caleidoscopio, foriero di ricchi spunti, esattamente quanti la fantasia ne suggerirà. Dietro ad ogni squillo la sorpresa… Nessun nome si è rivelato più adatto di quello scelto, tributo non pianificato all’ugola d’oro e alla comune città di provenienza. Vivo a Cremona, quando non siamo altrove, con mio marito Alberto. Con lui, intenso ed unico, vedo il mondo a colori, condividendo passione e passioni.

img-ABOUT-1

 

| La cartolina | Saluti da Roma

339

“La cartolina” è una nuova rubrica, pensata per omaggiare le peculiarità del territorio italiano, europeo, universale: paesaggi, natura, storia, cultura, arte, cibo, emozioni e colori. A raccontare ciò, inviando sentiti e personalissimi saluti, saranno penne amiche e sostenitrici del bello. Due righe o venti, un aspetto in particolare o un ventaglio narrativo articolato…a voi, a noi, la parola!

Testo e fotografie di Daniela Fabbri*

SALUTI DA ROMA, PIRAMIDE CESTIA

La Piramide Cestia si trova a Piazzale Ostiense, vicino a una piccola stazione dove io, con mio fratello e mia madre, prendevamo il treno tutte le estati per andare al mare.
Costruita nel II sec. A.C. è forse uno dei monumenti meno conosciuti di Roma, rispetto al maestoso Colosseo e all’imponente San Pietro.
Nella mia casa di Roma c’era un bellissimo giardino, con una vigna, un roseto e un’altalena dove io e mio fratello passavamo molte ore a giocare assieme agli amici e agli affetti più cari.
Quella nostalgia rimarrà per sempre nel mio cuore, con tutti i dolci ricordi d’infanzia che questa città Eterna mi ha regalato.

*Artista di origine romana, da anni vive in Emilia Romagna.
A dicembre, la sua pittura viaggerà ad Art Basel Miami. Durante l’anno è con lei, in bella mostra nel suo ipercromatico laboratorio di Forlì, in una via che pare scelta appositamente, v. Silvestro Lega 6.